Operazioni Cloudbusting






     Il cloudbusting è un metodo di intervento per il ripristino e la regolazione delle naturali condizioni atmosferiche, ideato da W. Reich all’inizio degli anni ‘50 basato sull’utilizzo di un’attrezzatura chiamata cloudbuster. E’ uno strumento di semplice costruzione che può ripristinare la naturale pulsazione atmosferica. Come prodotto secondario di tale operazione si può avere la formazione di venti, la produzione di pioggia o neve, e la creazione ed il dissolvimento di nubi. E’ inoltre possibile con tale metodologia deviare il corso di uragani, ridurre il tasso di smog, ridurre la siccità, e combattere l’avanzare della desertificazione. 
    Dal 1952 Reich ha applicato il cloudbusting in oltre 100 esperimenti, sempre con esito positivo, riuscendo a far piovere ed a rinverdire anche zone desertiche come quelle dell’Arizona.

   A cominciare dagli anni ’60, nel periodo post-reichiano, sono stati eseguiti numerosi esperimenti in tutto il mondo, nell’80% dei casi si è avuta pioggia, riduzione della siccità e della desertificazione.

     L'Associazione italiana di orgonomia, intendendo realizzare uno dei suoi traguardi indicati dallo statuto, e avendo le conoscenze scientifiche per farlo,  informa che è qualificata ad effettuare operazioni di cloudbusting su richiesta. Verranno valutate solo proposte serie: Governi, istituzioni, privati, possono richiedere informazioni su questa nuova tecnologia che pochi conoscono. 
















1 commento:

  1. Il. Loudbuster sarebbe un grande aiuto per ripristinare dalle scie chimiche. Se i privati adottassero un sistema proprio , unendosi potrebbero portare ad equilibrio ciò che i governi distruggono?

    RispondiElimina